Come lavoriamo

Le comunità

 

 

 

Il Gruppo Lavazza è mosso da un profondo senso di responsabilità nei confronti di tutte le comunità in cui opera, da quelle dei produttori di caffè a quelle che le diverse società del Gruppo sostengono nei rispettivi Paesi. 

Per questo motivo ha definito un articolato programma di attività per coinvolgerle, allo scopo di creare valore condiviso e di generare un impatto positivo a livello sociale, economico e ambientale. 

 

Il caffè è un prodotto della terra e gli agricoltori che lo coltivano rappresentano la base della filiera che dal chicco porta alla tazzina. Il Gruppo attribuisce quindi una rilevanza fondamentale alle comunità produttrici, a cui dedica una serie di progetti per promuoverne la crescita socioeconomica attraverso l’agricoltura sostenibile, nella convinzione che la cultura del caffè rappresenti una leva di sviluppo, nonché un mezzo per costruire un nuovo e più equilibrato rapporto con l'ambiente.

 

 

 

 

La Fondazione Lavazza

La Fondazione Giuseppe e Pericle Lavazza Onlus, nata nel 2004, è arrivata nel corso degli anni ad avere al suo attivo 31 progetti in 19 paesi e 3 continenti, di  cui beneficiano oltre 130.000 coltivatori di caffè. Obiettivo comune dei programmi è lo sviluppo di un’imprenditorialità sostenibile che generi il conseguente miglioramento delle condizioni di vita dell’intera comunità.

 

La Fondazione sostiene l'autonomia delle comunità locali attraverso la valorizzazione del lavoro delle donne e il coinvolgimento delle nuove generazioni. Promuove le buone pratiche agricole per migliorare la resa delle coltivazioni e la qualità del caffè e propone l'introduzione di strumenti tecnologici per contrastare gli effetti del cambiamento climatico.

I progetti puntano anche sulla diversificazione delle produzioni, per combattere l'impoverimento del suolo, e sulla riforestazione, per favorire la conservazione dell'ecosistema. La realizzazione di tutte queste attività è affidata ad operatori locali, come agronomi, formatori e istituzioni, per facilitare il coinvolgimento delle comunità produttrici e costruire rapporti di fiducia tra i soggetti coinvolti.

 

 

 

 

¡Tierra!

È un progetto del brand Lavazza nato nel 2002 con lo scopo di supportare lo sviluppo sociale ed economico delle comunità locali, promuovendo le buone pratiche agricole nelle piantagioni di caffè. Inizialmente sviluppato in piccole comunità di coltivatori in Colombia, Honduras e Perù, ¡Tierra! si è esteso nel corso degli anni ad altri 19 Paesi, coinvolgendo in prima persona gli agricoltori e le loro famiglie. 

 

In alcune zone, inoltre, è stata resa possibile una produzione di caffè di alta qualità, destinata alla miscela di arabiche lavate ¡Tierra! e proveniente da agricoltura 100% sostenibile e certificata dall’ONG Rainforest Alliance, organizzazione internazionale che promuove l’adozione di pratiche agricole attente alla salvaguardia dell’ambiente e garantisce condizioni di vita dei coltivatori dignitose.

La varietà prodotta in Colombia è un esempio dell’impatto che questo programma ha avuto sulle comunità locali: contiene infatti caffè proveniente dal Meta, regione ai piedi delle Ande dove, a causa del conflitto armato interno, la coltivazione del caffè era stata abbandonata per anni. Qui ¡Tierra! ha aiutato oltre cento famiglie di agricoltori a ripristinare le piantagioni con tecniche sostenibili per dare alle comunità maggiore sicurezza economica e autonomia.

 

 

Coffee&Climate

Coffee&Climate è un tavolo tecnico di cui Giuseppe Lavazza è co-presidente;  composto da aziende del settore e agenzie governative di cooperazione allo sviluppo, mira ad affrontare le sfide al settore poste dal cambiamento climatico. Un impegno promosso da International Coffee Partners (ICP), associazione che riunisce le maggiori aziende produttrici e trader di caffè, di cui Lavazza è membro fondatore.

 

Obiettivo di Coffee&Climate è individuare soluzioni concrete per aiutare gli agricoltori a preservare le coltivazioni e la loro qualità e sviluppare programmi di sostenibilità per migliorare le condizioni sociali, economiche e ambientali delle comunità caffeicole: fino a oggi le famiglie coinvolte in questi programmi sono state oltre 84.000 e l’ambizione è di superare le 130.000 entro il 2023.

A Cup of Learning

L'impegno del Gruppo nei confronti delle comunità annovera anche il programma di formazione, A Cup of Learning, dedicato ai giovani in cerca di opportunità lavorative nel mondo del caffè, in particolare a quelli provenienti dai gruppi sociali più svantaggiati. A Cup of Learning prevede due diversi percorsi: uno dedicato al caffè verde, con un focus sull’analisi sensoriale del caffè, le tecniche di lavorazione, la degustazione e la valutazione dei prodotti secondo l’origine; l’altro dedicato all'espresso, concentrato su teoria e pratica dell’“Essere Barista”.

 

I professionisti di Lavazza s’impegnano in prima persona, mettendo a disposizione la propria esperienza in percorsi formativi tenuti direttamente nei paesi produttori o presso il Training Center di Torino. Dal 2017, sono 120 le persone che ne hanno beneficiato, acquisendo le competenze necessarie per inserirsi nel mondo del lavoro in 10 paesi: Italia, Repubblica Dominicana, India, Albania, Haiti, Brasile, Cuba, Perù e Regno Unito.

L’attenzione alla comunità lungo la catena di fornitura

Alla base del rapporto con i fornitori sono i valori fondanti di Lavazza: Autenticità, Passione per l'eccellenza, Responsabilità, Inventiva. Questi costituiscono l'essenza del Codice Etico Lavazza che, insieme al Codice di  Condotta Fornitori e al Codice di Comportamento dei Dipendenti, raccoglie i principi a cui si ispirano tutti i nostri marchi. In aggiunta ad essi, Lavazza aderisce ai dieci principi del Global Compact delle Nazioni Unite promuovendo il rispetto dei diritti umani e dei lavoratori, e in particolare il rifiuto di ogni forma di lavoro forzato e lavoro minorile, incoraggiando al contempo la protezione dell’ambiente.  

 

Nel 2017, Lavazza ha deciso inoltre di rafforzare la sua storica partnership con Save the Children – avviata a inizio anni 2000 – aderendo ai Children’s Rights and Business Principles, le linee guida per promuovere il rispetto e la promozione dei diritti dell’infanzia nello svolgimento quotidiano delle attività d’impresa. 

 

 

TOward 2030. 

What are you doing?

Per diffondere la cultura della sostenibilità, Lavazza ha scelto di utilizzare diversi linguaggi visivi, stimolando la consapevolezza e il coinvolgimento delle comunità con cui lavora direttamente.

 

Tra i progetti più importanti spicca TOward 2030. What are you doing?, realizzato in collaborazione con la Città di Torino attraverso opere di street art ispirate ai 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile elaborati dall'ONU. 

 

Le opere, realizzate da artisti internazionali in punti strategici della città, sono state pensate per accendere il dibattito e coinvolgere gli abitanti, in particolare i più giovani, con la forza comunicativa dell’arte, a partire dal titolo stesso del progetto. 

La domanda What are you doing? è un invito provocatorio a ricordare che il compito di salvaguardare il Pianeta riguarda ogni persona. Torino è diventata così la prima città a farsi ambasciatrice degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile, una best practice replicabile a livello internazionale.

 

 

L’ambiente

L’impegno del Gruppo nella riduzione dell’impatto ambientale.

SCOPRI DI PIÙ